Tutto come da previsioni e copione senza scossoni per la serata del premio più blasonato: Emanuele Trevi vince il Premio Strega 2021 con 187 voti per “Due vite” (Neri Pozza, pagg. 144, € 12). Al secondo posto Donatella Di Pietrantonio con “Borgo Sud” (Einaudi), 135 voti.

La serata conclusiva della LXXV edizione del Premio Strega, in scena a Villa Giulia, non ha riservato particolari sorprese : tutto è andato come previsto dunque, con il vincitore in vantaggio anche nelle votazioni che hanno preceduto l’ultima seduta.

Romano, classe ’64, già autore de “I cani del nulla” (Einaudi, 2003) e “Il libro della gioia perpetua” (Rizzoli, 2010), Trevi — che sfiorò il riconoscimento nel 2012 con “Qualcosa di scritto” (Ponte alle Grazie, 2012) — era dato per favorito dopo l’esclusione dalla finale di Teresa Ciabatti con “Sembrava bellezza” (Mondadori).

La cinquina, oltre che da Trevi, era composta da Donatella di Pietrantonio, “Borgo Sud”(Einaudi), Edith Bruck, “Il pane perduto” (La nave di Teseo, vincitrice dello Strega Giovani), Giulia Caminito, “L’acqua del lago non è mai dolce” (Bompiani, vincitrice della versione “off”) e Andrea Bajani, “Il libro delle case” (Feltrinelli).

Diretta

La diretta dell’evento, condotta da una briosa Geppi Cucciari, è andata in onda su Raitre a partire dalle 23,00. La storica lavagna dei voti, posta nel giardino del Ninfeo, ha segnato le preferenze espresse dai giurati, pari a 589 (con una percentuale di voto pari a circa l’89%): per Trevi 187 voti; seguono: di Pietrantonio 135 voti, Bruck 123 voti, Caminito 78 voti, Bajani 66 voti. A presiedere il seggio Sandro Veronesi, vincitore della scorsa edizione, che nell’annuncio finale, emozionato anche lui, ha dimenticato di annunciare i voti del vincitore e attribuito per errore ad Einaudi il suo libro.

Source link

By ninja

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *